JOYCUT

Sul palco, due batterie speculari, una dalla matrice tribale, l’altra profondamente industriale, accompagnano una postazione elettronica, fra liquidità, cifra sperimentale e tessuti armonici esplorativi.

L’ultimo lavoro “PiecesOfUsWereLeftOnTheGround” ha di fatto proiettato la band oltre la dimensione classica dei confini geografici. Nel 2014 MTV Iggy li ha “definiti” fra le dieci band più interessanti del SXSW, Nic Harcourt li ha supportati attraverso la radio KCSN

di Los Angeles, ed è loro la musica dello spot italiano realizzato da VISA per i Mondiali di Calcio in Brasile. Il 2015 si apre con un fitto tour negli Stati Uniti e Canada che li ha visti calcare più di 70 palchi in un anno. Quel live, produrrà nel corso delle stagioni successive, oltre 300 concerti fra Stati Uniti, Canada, Asia ed Europa- ricevendo il prestigioso riconoscimento di Eurosonic, finendo nella top 5 del circuito ETEP (European Talent Exchange Programme). Risultato internazionale unico per un progetto italiano totalmente indipendente.

In Italia, nel 2016, JOYCUT seguirà il tour con The Chemical Brothers.

Con il mantra digitale #JoyCutNeverStops la band visiterà 3 continenti, 74 paesi, 216 città, 48 headlining show negli USA, 75 Festival internazionali.

Nel 2917 l’avvincente partecipazione al TEDx, nella cornice unica del Palazzo della Gran Guardia a Verona, seguita dall’Opera Prima in sei atti: “KOMOREBI”, portata in scena nel suggestivo Teatro alle Tese, in calendario per l’ ultima Biennale di Venezia, per il 61° Festival Internazionale della Musica, ha messo in luce una osmosi ideale fra “luogo” e “suono” capace di soddisfare appieno il potenziale espressivo della band, registrando il tutto esaurito in entrambe le occasioni.

Komorebi è "l'effetto particolare della luce solare quando passa attraverso le sottili e leggere foglie degli alberi”.

Nel’autunno del 2018 arriva l’ingresso nella prestigiosa agenzia ITB, in linea con un Tour in UK che, via The Great Escape Festival, toccherà venues leggendarie come O2 Sheperd’s Bush Empire o l’avveniristica Oval Space, tempio dell’avanguardia elettronica londinese.

In piena preparazione per il nuovo lavoro, vengono invitati da Robert Smith (The Cure) al 25esimo anniversario del Meltdown Festival a Londra di cui lo stesso Mr. Smith è Curatore Artistico. L’invito, in qualità di headliner presso la storica Purcell Room, all’interno del Southbank Centre, nel giorno di inaugurazione del Festival, il 15 Giugno 2018, è suggellato da una esibizione che diverrà un documentario esclusivo.

La filosofia della band, da sempre legata alle tematiche ambientali, è sostenuta attivamente dalla collaborazione con 350.org ed Italian Climate Network, dalla produzione di materiale al 100% eco-sostenibile, dalla direzione del NuClear Sound, festival dedicato alle pratiche green.

 

 

 

 

Multietnica logo european Capital of Culture logo
Matera2019 logo
Leav logo MIH logo Krikka logo
Europavox logo Europavox logo
Regione Basilicata logo Comune di Matera logo
Fsc logo
Levis logo Red Bull logo
BCC Basilicata
REALIZZATO CON IL FONDO ETICO
di Banca Credito Cooperativo Basilicata